Benvenuti nel sito dell'Associazione I Bambini di Flami e Ale

13

mar

2013

5° TORNEO Federale “TROFEO FLAMI e ALE “


INTERVISTA ALL'ORGANIZZATORE DEL TORNEO: LUCIANO ZACCARDI
di Marco Giustinelli Responsabile Comunicazione e Immagine Rappresentative Regionali Calcio a 5

Si avicina di nuovo il Torneo Flami&Ale, la manifestazione di Calcio a cinque organizzata al Centro Sportivo ROMA 3Z in forte collaborazione con la HISTORY ROMA 3Z 1983 del Presidente Massimo Palermo e sotto l'egida del Comitato Regionale Lazio giunta ormai alla sua quinta edizione. (GUARDA I VIDEO E LA GALLERY)

$entry->title

"Abbiamo voluto ricreare questo momento di sport – ci dice Luciano Zaccardi, anima dell'organizzazione – per dare un segnale forte e chiaro a tutto il mondo del calcio a cinque: non possiamo separare i valori dell'agonismo da quelli dell'impegno sociale e dell'attenzione educativa alle nuove generazioni.Il Flami&Ale non vuole essere solo un momento di confronto tra squadre giovanili di futsal, ma anche un momento di incontro tra persone. Le stesse persone che ogni giorno dedicano tempo, energie e passione ad una visione dello sport vissuto in modo sano e sicuro, ma, soprattutto, sereno."

Quali sono le novità di questa Quinta Edizione?

"La novità straordinaria di quest'anno è sicuramente e decisamente la sostituzione della Coppa Primavera con il "Trofeo Flami&Ale" allargata a TUTTE le squadre che vorranno parteciparVi delle categorie Allievi e Giovanissimi che porteranno il loro epilogo sempre al C.S. ROMA 3Z in parallelo con i Tornei dei piu' piccoli dagli Esordienti ai piccoli "Miniciccioli". Ho deciso però di non far partecipare le formazioni Juniores e U21 in quanto ormai categorie troppo grandi e cercheremo di inserire una esibizione delle giovanissime ragazze del Femminile, per confermare il desiderio di far diventare questa manifestazione una vetrina di un futsal importante sotto il profilo della qualità e della spettacolarità del gioco dei giocatori del futuro."
Quindi tutto il mondo del Futsal Giovanile punterà al " Flami&Ale 2013 "
" E' vero. Per tutta la durata del Torneo i riflettori del Calcio a 5 giovanile saranno puntati come obiettivo alle finali che si disputeranno al C.S. ROMA 3Z, ma soprattutto sulle centinaia di bambini, ragazzi e giovani che cela metteranno tutta per dimostrare di essere i più bravi e i più corretti. Nelle edizioni passate siamo stati onorati di una attenzione da parte dei media di tutto rispetto. Dalle testate regionali a quelle nazionali e penso, senza anticipare nulla, che quest'anno avremo qualche gradita sorpresa anche sotto questo punto di vista. Intanto abbiamo di nuovo "arruolato" te Marco Giustinelli, il Responsabile della Comunicazione delle Rappresentative Regionali, che sarà la penna ufficiale dell'evento e poi, come dicevo prima, avremo una copertura mediatica con molte novità"
In questa edizione quali altri personaggi del mondo del calcio a cinque transiteranno in via di Centocelle?
" Come sempre avremo la presenza dei massimi rappresentanti del Futsal regionale. Colgo l'occasione per ringraziare Melchiorre Zarelli, Presidente del Comitato Regionale, che ci ha voluto concedere il prestigioso patrocinio del Cr Lazio, a testimonianza del suo affetto e della condivisione dei valori sportivi ed umani che questa manifestazione rappresenta, poi non posso dimenticare i tanti amici che, nelle scorse edizioni, ci hanno fatto l'onore della loro presenza che, ci auguriamo, continui anche quest'anno, come il delegato Regionale Pietro Colantuoni, quello Provinciale Giuseppe Acerra, il Vice Presidente della Divisione Nazionale Alfredo Zaccardi, lo Staff della Nazionale, con in testa il Commissario Tecnico Roberto Menichelli e quello della Nazionale Under 21 Raoul Albani, i loro collaboratori Riccardo Manno, responsabile del progetto "Io Calcio a 5" della Divisione Nazionale, Riccardo Budoni, preparatore dei portieri della Nazionale e autorevole membro della Consulta Regionale e tanti altri testimonials del mondo dello sport, delle istituzioni e della Cultura. Tanti amici che ci stimano e che, con il contributo della loro presenza, ci spingono a continuare con questa bella iniziativa. Per questa stagione ho un'idea a sorpresa che si concretizzerà il giorno delle Finali.

Uno sforzo organizzativo importante

"Non c'è sino ad oggi nessuna realtà su Roma che si sia cimentata nell'organizzazione di un evento di questa portata. Pensare, programmare, organizzare e realizzare un Torneo di questa portata richiede lo sforzo e il coinvolgimento di tante persone a cui và il mio grande ringraziamento perchè si sono messe a disposizione, perché credono in questo progetto e in questa visione dello sport. Dietro ad ogni ora di calcio giocato ci sono ore e ore di riunioni, discussioni, telefonate, incontri, contatti e chi più ce ne ha più ce ne metta! E anche i piccoli disguidi che, inevitabilmente si verificheranno, sono sempre vissuti all'insegna della comprensione e del rispetto dell'impegno di tutti."

Un pensiero sempre a Flami ed Ale ed alla loro Associazione

"E, permetteteci, anche e soprattutto alle loro famiglie. Perdere un figlio che si sta affacciando alla primavera della vita è un dolore che non si può neanche immaginare. E, molte volte, la risposta è solo la disperazione. Queste straordinarie famiglie, invece, hanno saputo coniugare dolore e speranza nel ricordo dei loro ragazzi che ci hanno lasciato. La loro testimonianza è un esempio che ci da la forza di continuare a percorrere questo itinerario tra i giovani e per i giovani. E' anche grazie ai contributi delle squadre partecipanti che a Dicembre è stata inaugurata la Palestra "Flami&Ale" (Via di Torrespaccata 157) dove si svolgono varie attività sportive e dove a breve verrà inaugurata anche l'aula dedicata alla ONLUS I Bambini di Flami&Ale. "Ritengo – afferma Luciano Zaccardi – che lo sport rappresenti un modo per costruire persone migliori, che rispettino le regole, che sappiano vedere la comunità dove vivono come una squadra, dove ciascuno ha il suo ruolo e lo mette a disposizione del gruppo per raggiungere un obiettivo comune. In questa ottica lo sport non può disgiungersi dall'attenzione all'altro e la raccolta che, come tutti gli anni, faremo, servirà, in collaborazione con l'Onlus costituita dalle famiglie dei nostri due ragazzi scomparsi, ad attivare un percorso di solidarietà in favore di ragazzi meno fortunati."

LUCIANO ZACCARDI

LE EDIZIONI PRECEDENTI

13 marzo 2013