Benvenuti nel sito dell'Associazione I Bambini di Flami e Ale

24

mag

2008

L'amore nato in Facoltà Lei sognava di fare la miss


Flaminia e Alessio, «innamorati persi - raccontano gli amici -. Lui è morto subito e lei l'ha raggiunto»

ROMA — Il cuore di Flaminia batteva per Alessio. Quel cuore, malgrado tutto, ieri non si è fermato. I genitori della ragazza, Sergio e Teresa, hanno deciso di donarlo, insieme al fegato e ai reni. Perché la figlia era piena di vita e una morte così non l’avrebbe accettata. Flaminia Giordani e Alessio Giuliani erano quasi coetanei, lui 23 anni, lei uno di meno.

Entrambi studenti universitari, entrambi prossimi alla laurea breve in Economia, inseparabili sempre, anche l’altra sera, nell’ultimo viaggio in motorino. «Innamorati persi», raccontano gli amici, «lui è morto subito e lei l’ha raggiunto». Sul palo del semaforo di via Nomentana ora ci sono mazzi di fiori e biglietti: «Nessuno può andare così lontano da essere dimenticato, ciao Ale, ciao Chiotty». Ci sono le foto di Alessio e Flaminia che sorridono. C’è una sciarpa della Roma, perché lui era tifoso della Magica. I genitori di Alessio conoscono bene la sofferenza.

Per motivi professionali: la mamma Angela è medico, il papà Stefano è stato per anni caposala della camera operatoria del San Giacomo, l’ospedale del centro storico. Due genitori forti, che hanno passato la vita a dare coraggio agli altri, a rincuorare i pazienti. Ora, nel condominio di via Salaria, sono loro a ricevere l’abbraccio di tanta gente. «Adesso a quel criminale gli daranno due anni e poi uscirà di galera», si sfoga uno zio. Morire a vent’anni investiti da un pazzo. Con l’estate alle porte e tanti progetti davanti, una vacanza in Sardegna da fare in due, una carriera da commercialista per Flaminia, che era bellissima e «aveva fatto la comparsa in diversi film — racconta una zia— e anche molti provini», aveva partecipato alle selezioni di Miss Italia e di Miss Muretto. Ma ora questo purtroppo non conta più.

Fabrizio Caccia

fonte: Corriere della Sera.it

24 maggio 2008