Benvenuti nel sito dell'Associazione I Bambini di Flami e Ale

Cosa c'è di nuovo

Ma se uccidi uno, è importante sapere per chi tifi?

26 mag 2008

Ma se uccidi uno, è importante sapere per chi tifi?

In omaggio alla linea "law & order" che ultimamente la contraddistingue, Repubblica decide di colpire duro nei confronti del pirata della strada che ha ucciso una coppia a Roma la scorsa settimana. Il giornale on line dà la...

[Continua]

Alessio e Flaminia, i veri “bravi ragazzi”

26 mag 2008

Alessio e Flaminia, i veri “bravi ragazzi”

Ho trascorso questi ultimi tre giorni accanto ai genitori di Alessio Giuliani, un ragazzo solare strappato alla vita e ai suoi cari nel più abominevole ed inaccettabile dei modi.

[Continua]

Giudizio immediato per il pirata della strada Donati gli organi di Flaminia, salvate 4 persone

25 mag 2008

Giudizio immediato per il pirata della strada Donati gli organi di Flaminia, salvate 4 persone

ROMA (25 maggio) - La Procura di Roma potrebbe chiedere a breve il giudizio immediato per Stefano Lucidi, il pirata della strada che ha investito e ucciso Flaminia Giordani e Alessio Giuliani. Lucidi è in cella d'isolamento nel carcere romano d...

[Continua]

24

mag

2008

Nell’auto pirata pure la figlia di Bruno Giordano

Non poteva guidare. Gli avevano sequestrato la patente perché tossicodipendente con precedenti penali. Era quindi segnalato in Prefettura. Gli era stato proibito anche di andare allo stadio: ultrà della Lazio, era soggetto a un Daspo, divieto d...

[Continua]

Indagine qualitativa sulla tragicità della cronaca che supera ogni fantasia

24 mag 2008

Indagine qualitativa sulla tragicità della cronaca che supera ogni fantasia

Il fatto: Valentina e Stefano sono due ragazzi quasi trentenni. Sono al ristorante, devono discutere di una cosa importante. Lei lo vuole lasciare. Lui si imbestialisce, la prende a schiaffi, la trascina con forza in macchina. ...

[Continua]

<< <  Pagina 11 di 12  > >>

Associazione ONLUS "I bambini di Flami&Ale"

Per l'assistenza all'infanzia economicamente e socialmente disagiata per sviluppare una "Cultura dell'Infanzia" e realizzare progetti a sostegno di due diritti fondamentali: quello dei genitori di crescere e educare la prole e quello dei minori di essere tutelati